La ribollita toscana: ricetta, trucchi e ingredienti!

cavour-313-roma-ribollita-toscana

La Ribollita Toscana: tradizione, gusto e piacere in una ricetta della tradizione.

  • Dosi Per
    4 persone
  • Preparazione
    30 Minuti
  • Cottura
    2 Ore 30 Minuti
  • Tempo Totale
    3 Ore

La Ribollita toscana è un piatto tipico della tradizione contadina: il suo nome, che significa “ribollita di nuovo”, deriva dalla vecchia usanza di lasciare in stufa la casseruola pronta a bollire per riutilizzare gli avanzi dei pasti del giorno prima. Oggi, la ribollita toscana è una delle zuppe più amate e imitate della nostra tradizione.

I segreti di una ribollita toscana DOC

Preparare una buona ribollita toscana non è difficile, basta seguire la ricetta originale. Fondamentale è la scelta degli ingredienti: ecco le regole da seguire!

  1. Cavolo verza: di stagione a partire da settembre fino a marzo, è uno dei capisaldi della ribollita toscana, con le sue foglie arricciate dal sapore intenso. Un consiglio? Le verze più tenere sono quelle che hanno subito la prima gelata!
  2. Cavolo nero: è la varietà di cavolo dalle foglie lunghe e bollose, l’unica priva della gemma centrale. Il segreto per evitare che il suo odore si propaghi per casa durante la cottura? Mettete un pò di aceto in una tazzina di caffè e lasciatela sopra il coperchio… provare per credere!
  3. Soffritto con il prosciutto: nonostante le origini toscane della ribollita, niente lardo nel soffritto. Consigliamo invece il prosciutto di montagna: se avete l’osso di prosciutto ancora meglio! In alternativa, basterà tagliare a dadini del buon prosciutto.
  4. Pomodori pelati: evitate di usare il pomodoro fresco, non di stagione in inverno. Scegliete dei buoni pelati, verificando che siano ottenuti da varietà tipo San Marzano.

Scaldate i fornelli e preparate le paravanti: ecco la ricetta di una ribollita toscana praticamente perfetta!

Ingredienti

  • 200 gr. cavolo verza
  • 200 gr. cavolo nero
  • 50 gr. olio EVO
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 sedano
  • 200 gr. fagioli cannellini
  • 100 gr. prosciutto crudo
  • 80 gr. pomodori pelati
  • 100 gr. pane

Istruzioni

  1. Fate un soffritto di cipolla, carote, sedano, prosciutto e rosmarino.
  2. Appena si sarà imbiondito, aggiungete i cavoli a liste non troppo lunghe, pomodoro e un po' di brodo vegetale.
  3. Dopo circa un'ora di cottura, aggiungete i cannellini e il pane precedentemente tagliato a fette.

Quale vino abbinare alla ribollita toscana?

La ribollita toscana è una zuppa tendente a sapori dolci: pensate al soffritto della cotenna di prosciutto e ai fagioli cannellini che entrambi contribuiscono alla dolcezza del piatto e che sono solo timidamente contrastati dagli aromi rilasciati dal cavolo nero e dal cavolo verza.

Di conseguenza, per la ribollita toscana, vi consigliamo un vino rosso di media acidità e non eccessivamente strutturato per non coprire i sapori e gli aromi del piatto. Di conseguenza un Chianti dei Colli Aretini, oppure un fresco Sangiovese di recente annata, o un Montepuliciano (non riserva) sono perfetti per la ribollita, anche perché con queste scelte rispettiamo la regola del territorio di origine, importante per realizzare sempre una buona combinazione.