Spumanti italiani: le 6 bottiglie assolutamente da provare!

Gran parte dei migliori spumanti italiani “metodo classico” provengono dalla Franciacorta, ma non mancano etichette provenienti da altre zone d’Italia. Noi oggi ve ne proponiamo alcune, che di certo non copriranno il vastissimo panorama delle eccellenze italiane, ma sono comunque un ottimo inizio. Ecco gli spumanti italiani da non perdere!

1) Trento Brut Giulio Ferrari Riserva del Fondatore

spumanti-italiani-ferrari-riserva-del-fondatore

© ferraritrento.it

Nel 1902 Giulio Ferrari trasferì per primo la tradizione dello Champagne in Trentino, contando sul fatto che la maggior altitudine dei vitigni avrebbe consentito alle uve Chardonnay di mantenere il loro requisito fondamentale: la freschezza.
Questo spumante, composto esclusivamente di uve Chardonnay, è diventato “simbolo” degli spumanti italiani e, in particolare, del Metodo Champenoise italiano. Queste le sue caratteristiche:

  • Colore oro brillante.
  • Profumo di macchia mediterranea, tabacco e mela cotogna.
  • Fragranze tostate, con sentori di yogurt, banana, ananas e note minerali sul finale.

Pensate che viene fatto rifermentare per ben 10 anni. Probabilmente è tra le pochissime etichette al mondo che può gareggiare ad armi pari con gli Champagne francesi.

2) Bellavista Champenoise Brut “Alma”

spumanti-italiani-bellavista-alma-cavour-313

Cuvée simbolo della tradizione della Franciacorta, si tratta di uno spumate ottenuto privilegiando i metodi artigianali. Nasce da circa 60 delle numerosissime selezioni di vendemmia ottenute in cantina. Le uve che lo compongono sono: 80% Chardonnay, 19% Pinot nero, 1% Pinot bianco. A renderlo unico nel panorama degli spumanti italiani, queste sue caratteristiche fondamentali:

  • Colore giallo luminoso con riflessi verdastri, con perlage fine e continuo.
  • Profumo ampio caratterizzato da sfumature di frutta dolce, con sentori di vaniglia e clorofilla.

Il suo sapore è caratterizzato da una spiccata armonia e da una freschezza che persiste molto a lungo.

3) Bellavista Champenois Rosè

spumanti-italiani-bellavista-rose-alma-cavour-313

Si tratta della versione “rosata” dello spumante di Bellavista, che si distingue per un perfetto mix di struttura e delicatezza.
Viene ricavato dalla fermentazione di uve Chardonnay e Pinot nero ed è prodotto in quantità limitate. Queste le sue caratteristiche principali:

  • Colore rosa tenue che con il passare del tempo tende verso il rosa antico, caratterizzato da un minutissimo perlage.
  • Profumo che si contraddistingue per le note iniziali di pesca bianca che procedono verso sentori di fragole di bosco, agrumi, rosa canina ed un lieve accenno di pane tostato.

Questo Rosè ha un sapore piacevolmente secco, con un fondo di ribes nero e mandorla dolce. Un vero e proprio Must per gli amanti degli spumanti italiani.

4) La Palazzola, Champenoise Brut Riesling

spumante-la-palazzola-riesling

Questo ottimo spumante ottenuto esclusivamente da uve Riesling, proviene dall’Umbria, e si distingue per la presenza meno aggressiva di anidride carbonica, la sua morbidezza e la sua sapidità. 

  • Colore giallo dorato vivacizzato da un leggerissimo perlage di bollicine di grana finissima.
  • Sentori olfattivi caratterizzati da evidenti note di idrocarburi e minerali, accompagnate da sentori di miele d’acacia e frutto della passione.

Si può tranquillamente affermare che questo spumante, dal gusto delicato ma al tempo stesso “di carattere”, può combattere ad armi pari con i più famosi della Franciacorta.

5) Carpineti Champenois Brut

spumanti-italiani-carpineti-cavour313-romaPensate che questo spumante “metodo classico”, proviene dal Lazio ed  è composto interamente da uve di Bellone, vitigno che ultimamente ha dato risultati davvero quasi inaspettati.
E’ il risultato di almeno 24 mesi di fermantazione, e si distingue per:

  • Colore giallo chiaro con riflessi dorati.
  • Profumo fruttato con note di lievito.
  • Gusto sapido e fresco, con ottima persistenza.

L’Azienda Carpineti si è dedicata anima e corpo alla “spumantizzazione” di questo vitigno laziale, ed i risultati sono stati davvero ottimi.

6) La Dama Forestiera, D’Araprì

migliori-spumanti-italiani-cavour313-roma

@darapri.it

Chiudiamo questa breve carrellata con un prodotto “made in Puglia“. Ebbene si, tra gli spumanti italiani da provare c’è uno spumante pugliese. Si tratta dell’etichetta di punta dell’azienda D’Araprì, composta da uve Montepulciano e Pinot nero di Puglia. Queste le sue principali caratteristiche:

  • Colore giallo paglierino caratterizzato da un minutissimo perlage e flash verdi.
  • Profumo di more di gelso, nespola, resina, spiccata mineralità e note fumè.

Si tratta di uno spumante sapido e di ottimo corpo, che non ha nulla da invidiare ai “cugini” del Nord.

Spumanti italiani… a Roma!

Qualche utile spunto per destreggiarvi meglio nel variegato mondo degli spumanti italiani noi speriamo di avervelo dato; e vi ricordiamo che questi sono solo alcuni “esempi eccellenti” di un immenso panorama che ora starà a voi cominciare ad esplorare, magari dando uno sguardo alla nostra Cantina. 

E se volete degustare un calice di buon spumante o scoprire altre interessanti etichette di spumanti italiani, vi aspettiamo tutti i giorni in via Cavour 313: alla mescita, da asporto o al tavolo… i buoni bevitori sono sempre i benvenuti!